lunedì 28 dicembre 2009

...e AUGURI a tutti!!!



Visto che è periodo di feste, beccatevi gli auguri direttamente dalla pulzella che C&L avranno modo di approfondire nel secondo episodio. Siamo certi che apprezzerete, soprattutti i maschietti, il tipico vestito rosso di Babbo Natale...Poi dite che noi non vi si pensa. AUGURI!!!

venerdì 18 dicembre 2009

Omaggio a LEON






















Il "nostro" caro Leon, visto dall'occhio sapiente del "una cifra etero"
Stefano Caselli! Questo è quello che si può definire un bel regalo di Natale! Grazie Bello!

giovedì 17 dicembre 2009

Analiell???

IN GALERA!!





E tutto sommato è anche giusto. Perchè almeno, se chiusi in galera, due elementi del genere la fanno finita di piantare casino in giro. A parte gli scherzi, questo periodo siamo in fermento e godimento per tutta una serie di cose (gajarde) che si manifestano in giro (no, no, nessun riferimento a souvenir di note città italiane, che a noi di quello ci importa sega). Cito alcune cose positive, a titolo esclusivamente di riempimento del post:

1) C&L 2 procede, bene e proprio come volevamo noi (che vuol dire tutto e un cazzo ma fa una scena incredibile).

2) Gas, come potete vedere, è ormai il Signore della Tavoletta. E non solo quella del suo cesso.

3) Abbiamo un fottio di idee geniali.

4) E' Natale: il mondo si riempie di fottuti mandarini clementini, e i semi del cazzo si vanno a far fottere!

5) Siamo vivi!


Visto che la gente sono invidiosi e te la tira che poi la devi menare in faccia, mettiamo anche qualche cosa negativa, tanto per rendere giustizia alla sfica, che, poraccia, pure lei fa il suo lavoro come può:

1) Tra i clementini ti ci buttano sempre il mandarino classico, e sti cazzi che l'ape impollina, non ce li devo trovà. Stiamo fondando un partito:"dopo il cocomero, tassello pure per i mandarini".

2) Gas è anche il Signore della Tavoletta del cesso.

3) E' Natale.

4) Il punto 3 della lista sopra è una fregnaccia.

5) C'è ancora la gente che regala il panettone. Pandoro rulez!



Ci si sente per le feste.
Cotus & Leon




martedì 24 novembre 2009

Gente che non scherzano...



Oramai dovrebbe esservi chiara la natura mentalmente alterata dei personaggi soprariportati. Genti che non scherzano, anzi. L'unica cosa che può salvarvi, se volete preservare la vostra esistenza (per quanto per molti di voi ci sarebbe da chiedersi se ce n'è veramente la necessità) è fare finta di non averli visti e proseguire per la vostra strada. Anche perchè se avete una vita, questi due potrebbero distruggerla in un istante, senza neanche accorgersene. E anche se siete buoni oratori, non sperate di farli ragionare: sarebbe come scureggiare in una galleria del vento. Comunque questa bella illustrazione (perchè vi piace, VERO??) è uno stralcio di quella che potrebbe essere la copertina di C&L2. Speriamo davvero che vi piaccia (non è vero, ce ne fottiamo).

A presto!

Cotus & Leon

FETENZIA!



Lo so, quel prestigiatore da festa di paese che ama definirsi uno dei più grandi maghi della storia, al secolo Cotus, aveva promesso che non avrebbe mai più lanciato questo anatema. Si, è lo stesso che ha tramutato Pitch in quella bestia immonda. E' anche vero che non lo aveva promesso, ma Leon gli aveva fatto un occhio nero (se avete letto C&L sapete di che parlo, se non lo avete letto verrà stanotte un Retto a farvi cose orrende, tipo gonfiarvi di legnate, mescolarvi tutti i calzini nel cassetto, o farvi tutte sgommate sulle mutande bianche col pennarello indelebile marrone). E' bello vedere come ci si intende senza parlare a volte: tu fai una cosa sbagliata, la gente ti menano forte e tu capisci che quella cosa è sbagliata. Ma senza parlarsi. Credo che alcuni la chiamino telepatia, altri intimidazione. Ma non siamo qui per disquisire sull'uso dell'itagliano, siamo qui a dimostrare (con l'immagine di quella specie di uomo-cinghiale) che il mago in questione, malgrado Leon sia stato abbastanza esplicito, lo ha rifatto, a spese di qualche poveraccio. Volete sapere come e perchè? Dovete aspettare C&L2, a cui stiamo lavorando alacremente.

A presto e intimidazioni a tutti

Cotus & Leon

sabato 24 ottobre 2009

giovedì 15 ottobre 2009

Sempre il GOLEM!






















Non è vero. Questo non è il solito Golem. Nel senso che si, in realtà è lui, ma fatto in maniera differente. Per disgrazia, il Caselli ha fatto provare a Gas una tavoletta grafica. Una seria intendo. Ora, Gas è sempre stato un pò diffidente nei confronti di questi ritrovati della tecnologia. Ma questo era in parte dovuto al fatto che la sua tavoletta grafica risaliva a prima di Cristo. E tutto sommato, a me la cosa non dispiaceva. Un pò perchè mi piace vedere tutti quei suoi attrezzetti del tardo 1400, che usa in maniera egregia, e anche vederlo con la sua scucchia (mento sporgente rispetto al labbro superiore) che quando disegna e colora al suo Mac, viene fuori anche di 10 centimetri, che sembra il posacenere del Fiat Regata che c'aveva mio padre. E anche perchè, diciamocela tutta, io di tavoletta, conosco bene solo quella del cesso. Potrei financo lanciarmi nella descrizione di come ci si disegna sopra, ma non so se tutti apprezzerebbero (è anche questa arte, cribbio!). Comunque, visti i risultati, dobbiamo ricrederci: sta roba mi piace davvero tanto. "Potevate pensarci prima", potrebbe dire qualcuno, malevolo. Ma noi si potrebbe dire la stessa cosa ai vostri genitori in merito alla vostra creazione. Quindi apprezzate, e zitti!!

Comunque, a parte tutto, ci siamo. E siamo fieri di quanto e come lo stiamo facendo!
DAJE!!

A presto

lunedì 14 settembre 2009

Innan

giovedì 3 settembre 2009

E non potevano mancare...






















I Goblin, come in ogni fantasy che si rispetti. Questi fanno solo un po' più cagare degli altri, come tutto il nostro lvoro, del resto. Queste creature, viscide e opportuniste come poche altre sul pianeta, hanno però una facoltà che li rende indispensabili: l'ingegno. Sono loro che costruiscono qualsiasi tipo di artefatto meccanico (grande o piccolo) che si rispetti, per cui, malgrado Orchi, Retti & Co. avrebbero una voglia sfrenata di averli a tavola con loro (con contorno di patate speziate e alloro, magari) sono spesso obbligati a scenderci a patti per farsi costruire qualcosa (prima di scannarli, chiaro). In C&L avrete degna rappresentazione visiva di alcune magnifiche invenzioni prodotte da queste mer... meravigliose creature, tra cui lo scaccolatore multiplo a mulino, l'elmetto spaccalegna o la stritola Orchi da viaggio, e molto, molto altro. Magari, se chiedete cortesemente, Cotus vi anticipa qualcosa...o magari vi manda affan... Chi lo sa?

a presto!!

C&L

mercoledì 2 settembre 2009

Fuggite, sciocchi!

Allora, disperati uomini e donne senza una vita sociale, la questione è molto, molto semplice. Abbiamo ricominciato forte forte! Molte genti saranno contenti per questa notizia, almeno avranno la prova vivente che ci sono gente peggio di loro, in questo mondo malato, ed eviteranno di darsi fuoco per lo sdegno che provano di loro stessi. Ma molti altri, come il Retto qui rappresentato, vivranno momenti di terrore e pesantezza di stomaco. Perchè il numero 2 di C&L, dopo l'universale successo (?) del primo, sarà molto ma molto ma molto peggio. Per noi peggio è meglio sia chiaro, nel senso che peggio è meglio e meglio è peggio. Insomma, non so se mi sono capito, ma il succo della questione è che i clap clap che vogliamo sentire adesso, non dovranno provenire dai vostri applausi, ma dal fottuto tremolare delle vostre (ma ancora per poco) chiappe. Al nostro editore, giovane e bello, la lezione non è bastata e ne vuole ancora, per cui noi, che siamo genti educate e rispettose, gliene daremo. E ve ne daremo. Tante. Legnate? Risate? Mazzate? Questo sceglietelo voi, che noi vi si accontenta sempre!!

A presto, maledetti!

Cotus & Leon

giovedì 23 luglio 2009

Mistero!

Evidentemente la gente non si sono ancora accorti che siamo solo due idioti... Non vedo altre spiegazioni visto che non abbiamo ancora menato nessuno!!!

La recensione di Cotus & Leon su www.comicus.it

PS: non siamo morti (come molti stanno sperando)... il lavoro ci insegue, noi scappiamo ma quello non si arrende!!!

giovedì 25 giugno 2009

x i Romani...

Alla "Casa del Fumetto", la libreria dietro via Cipro hanno più copie di Cotus&Leon!!!

venerdì 12 giugno 2009

La nostra prima INTERVISTA!!!

Di Ilaria Oriente su stile.it

lunedì 1 giugno 2009

Copertina























Incredibile, sembra quasi una cosa fatta da genti serie e non da due co...

Scappate! Sono arrivati!!!!!!


Alla fine, dopo mesi di minacce, apparizioni di mostri raccapriccianti, atti intimidatori ai danni del nostro amato editore, finalmente SONO ARRIVATI!!
C&L stanno insediandosi pian piano (avvistati a Pisa - grazie Paolo - e a Bologna)nelle peggiori edicole della penisola stivalica, in un formato che aggrada l'occhio ma anche la mente. Che tutto sommato come frase non vuol dire un cazzo, ma se la butti lì al momento giusto, è capace che ti risolve una serata. Tipo: stai ad una festa e una tipa ti sta annoiando con Freud e le sue paure del buio (di lei non di Freud) che lei riconduce ad un deficit sessuale, legato con ogni probabilità alla figura ambigua del padre. Proprio quando lei arriva alla fine del suo articolatissimo simposio e verifica che sia ancora in piedi il contatto comunicativo con frasi di funzione fatica tipo "mi capisci, vero?", tu la fissi negli occhi e gli fai:"ma come no, io leggo C&L con assiduità, soprattutto al cesso e mi spacco dalle risate. Hai sentito che carta?". All'improvviso la tipa noiosa vi lascerà in pace e voi potrete attaccare con serenità il tavolo con le pizzette rosse senza spaccamaroni che vi infastidiscano.
E questa è solo una delle infinitesime migliorie che l'acquisto + lettura di C&L potrebbero apportare nella vostra pressocchè apatica vita.
Come fanno quelli gajardi, vi alleghiamo alcune delle prime tavole, così che possiate sapere a cosa andate incontro, o meglio che cosa vi verrà incontro.
Se lo trovate e lo comprate e lo leggete, fate il favore, lasciate un feedback (positivo) qui sul nostro blog, ve ne saremo grati. Non vi bruceremo la macchina.
Se siete il nostro autore e state leggendo questo post, sappiate che si scherzava: non ci saremmo mai permessi di scrivere "ALLORA?LO STAMPI?" sul cofano della vostra auto con la sparachiodi, o cazzate del genere. Non noi.

ciao, e buona lettura!!!

Cotus & Leon

martedì 26 maggio 2009

L'Orrendo

Scusate ma non riesco a scrivere nulla su di lui, sono avvinto dal terrore...

ADDIO!

La Fortezza Nera Maledetta


















Si lo so, siamo un po' latitanti sto periodo ma C&L è finalmente prossimo all'uscita, il lavoro ci insegue e non riusciamo a seminarlo... e poi FACALDO!

Intanto beccateve l'oscura e tetra Fortezza dell'ORRENDO!!!

venerdì 8 maggio 2009

Gli Orchi tremendi!

giovedì 7 maggio 2009

Il Generale Nero



Il Generale Nero, braccio destro dell'Orrendo. Sovrano dei draghi, è capace di trasformarsi in uomo o drago quando e come vuole. E' maligno, violento, sanguinario e incazzato nero. Per troppo tempo gli uomini hanno cacciato i suoi simili. Per troppo tempo ha dovuto vivere nascosto come un orripilante creatura, buona solo da mostrare nei circhi. Per troppo tempo non ha bevuto sangue umano e si è dovuto accontentare di quello di orco. Ma ora il momento è giunto, il suo Signore è di nuovo forte come un tempo, i suoi artigli tra poco affonderanno di nuovo nella carne umana, ripristinando così il dominio della razza nobile dei Draghi sulle creature tutte.
Chi può fermare uno così e il suo esercito di bestie volanti?

venerdì 10 aprile 2009

COTUS!

Toh!
Ho ritrovato il disegno dal quale ho tirato fuori Cotus...
Cazzo era pure più fico.

martedì 31 marzo 2009

Mo ce pensamo...

giovedì 12 marzo 2009

IL BESTIARIO: 3 - Il LUCAELIO


Terrore. Paura. Delirio. Depressione. Voglia di morire. Unghie incarnite Bubboniche.
Questo è ciò che vi succederebbe se a poca distanza da voi ci fosse una delle bestie qui rappresentate. Il LUCAELIO (così chiamato per contrazione del soprannome originario che era LU CAcatu Escitufora da Lu culo de lu demonIO) è una creatura mitologica, che viveva sulla terra prima della vittoria degli uomini sui Demoni. Nato per sbaglio, proprio da uno sterco di demone che per un esperimento malefico è stato portato in vita mescolandolo insieme ad un Granchio Mannaro, una Vipera della Montagna Maledetta, un paiolo di rame (che gli è rimasto in testa) e una Blatta Gigante dai Mille piedi zoppi (tutti e mille cazzo!), voleva essere nella mente diabolica e deviata di chi lo ha portato alla luce, un simpatico animale da compagnia. Ma appena nato, la prima cosa che ha fatto è stata divorare il suo creatore. Gli occhi in realtà non sono vedenti(per via del paiolo...). Si narra a tal proposito che inizialmente avessero anche le ali e avessero sembianze più simili ai componenti della famiglia dei Microchirotteri (volgarmente detto pipistrello) di cui condividevano anche il sistema biosonar per gli spostamenti. Il fatto però è che questo biosonar (o sistema di ecolocalizzazione) invece che in testa come i pipistrelli, queste bestie ce lo hanno piantato in mezzo alle chiappe e così, dopo un pò di defecate, smette di funzionare. Così volando ad altissime velocità hanno cominciato a schiantarsi ovunque e proprio quando sembravano in via di estinzione, la natura ha voluto dire la sua. Le ali si sono ritirate e sono diventati animali terrestri. Adesso sembrerebbe che in giro, per fortuna ce ne siano proprio pochi ma qualcuno angd dslkm w we w. Cazzo mi stanno d e2è3è spuntando meofwimn Unghie incarnite Bubboniche eb li AAAARRRRRGGGGGGH!

martedì 10 marzo 2009

L'Oste Mannaro


Dopo l'ultima pubblicazione su Coreingrapho non siamo ancora stati linciati, INCREDIBILE!!!

lunedì 2 marzo 2009

GIULIANO MANNARO























Tributo al gatto di Alessandro...

domenica 1 marzo 2009

BESTIARIO: 2 - Gorilla Spinato Encefalo-Dissociato



Bene, visto che qualcuno (Skiri per non fare nomi) ci ha richiesto un mostro che faccia veramente paiuraaaa, non posso che passare alle maniere forti e presentarvi il TEMUTISSIMO Gorilla Spinato Encefalo-Dissociato, meglio conosciuto come Mhrumhru. Questo che vedete rappresentato con lo sguardo pallato, è uno dei mostri più pericolosi e mortali che vi può capitare di incontrare. Purtroppo di lui si sà molto poco anche perchè, in se per se, non è altro che una belva lobotomica violenta e famelica. In seguito a esperimenti di magia nera fatti da Virgol nel periodo in cui era ancora in bilico tra il bene e il male, si è arrivati al delirio di onnipotenza peggiore che ci si potesse figurare: una bestia separata dal suo cervello. Si perchè il Mhrumhru, in realtà vive senza cervello. Senza cervello nella testa intendo (come potete notare dalla tavola gentilmente offerta da Cotus). Grazie ad una pozione rara che lo ha tenuto in vita, si è potuto recidere la corteccia prefrontale dell'encefalo dalle sue connessioni. E la cosa davvero incredibile è che tramite anatemi malefici e in cambio di numerosi sacrifici umani, si è riusciti a fargli spuntare gli occhi e le gambe (al cervello) e renderlo un'entità autonoma.
Questo è stato concepito per disinibire l'animale da qualsiasi timore o prudenza o atto di pietà: il Mhrumhru nella sua putrida esistenza non fa altro che assolvere ai compiti che gli vengono assegnati dal suo cervello di appartenenza, anche se questo non è fisicamente presente. Così il "demente delle lande" come viene chiamato tra i villici compie atti di immonda crudeltà, perchè tutti i sensi di colpa o rimorsi non albergano in lui. Sarebbe capace di uccidere tutta la sua famiglia e di distruggere ciò che di più caro ha al mondo senza battere ciglio, se solo il suo cervello glielo chiedesse, e se solo avesse qualcosa di caro. L'esperimento di Virgol (di cui sarebbe il caso che prima o poi noi vi si parlasse meglio) portò ad un esercito di dementi delle langhe e nel tempo furono resi quasi invincibili: sono stati dotati di una forza bruta pressocchè inarrestabile e gli aculei che ricoprono il suo abominevole corpo sono intrisi di un veleno creato in laboratorio che non ha eguali (2 parti di Polonio, 1 parte di peste bubonica e 3 parti di Merdonio - quest'ultimo creato dallo stesso Virgol).
Praticamente basta sfiorarlo solamente per morire tra pustole, deliri e atroci sofferenze mentre lui si dedica ad infliggere la sofferenza che più aggrada il cervello: vi mangia tutte le estremità del corpo, a partire dagli alluci, di cui va ghiotto, per poi passare alle altre dita, e le mani e i piedi e le orecchie e poi ....jmlarci9' --ed wc w. Scusate, ho dato di stomaco. L'unica fortuna (?) è che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi. Si perchè ad un certo punto la cosa è sfuggita di mano, e le bestie si sono moltiplicate: quando erano diventati quasi i padroni del mondo, i cervelli hanno però iniziato a morire, divorati dagli Orchi che li ritengono una vera e propria ghiottoneria. IB UFE"DC Ojiqfw90qì0'. Vabè, ormai lo sapete, no? (non ricordo di aver mangiato fagioli con le cozze...). E allora il Mhrumhru, quando muore il suo cervello, perde ogni intenzione e muore sul posto ripetendo "Mhru, Mhru", che non è altro che un riflesso incondizionato. Muore così, in piedi e con gli occhi aperti e pallati, e la gola secca. Ma non avete idea di quanti villani, vedendolo così immobile e inerme nelle lande, sono andati lì per toccarlo e sono morti di atroci sofferenze. Anche per questo è stato proibito il gioco della mosca cieca nelle lande: tu sei, tu sei...AAARGGH!. Si, perchè il Mhrumhru rimane letale anche dopo la sua morte. Rimane intoccabile per sempre, tant'è che quando vengono trovati morti in piedi, si scavano delle buche e ci si buttano dentro. Scusate ma adesso voglio correre a chiudermi nello sgabuzzino, perchè è vero che ne sono rimasti pochi, ma comunque ci sono.

Riepilogo scheda:
NOME: Gorilla Spinato Encefalo-Dissociato (Mhrumhru)
ARMA: aculei trasmettono peste bubonica e nel migliore dei casi morte istantanea
COME DIFENDERSI: uccidere il suo cervello (cosa quasi impossibile)
DA NON FARE MAI: tentare di accarezzarlo


Adesso andate via e cercate di dimenticare. E se stanotte sentite "Mhru! Mhru!" provenire dal vostro salotto, fidatevi di me, buttatevi direttamente dalla finestra.
Addio

Leon

venerdì 27 febbraio 2009

IL BESTIARIO: 1 - Il Piccione Mannaro Gasato






















Allora, visto che voi siete ignoranti e la vostra immaginazione non và oltre il cane o il gatto, e per avere un sussulto di trasgressione pensate all'ornitorinco (brrr, mamma mia) vi presentiamo il Bestiario di C&L. Una raccolta di tutte le creature peggiori che vi possa capitare di incontrare lungo il vostro cammino.
In questo primo numero vogliamo presentarvi una creatura davvero inquietante e pericolosa: il Piccione Mannaro Gasato (Columbus Mannarus Petus Teribbilis). Se siete deboli di cuore, sappiate che qui si rischia grosso. Se siete deboli di stomaco, accendete il portatile e andate a leggere questo post sulla tazza del vostro cesso.
Il PMG è creatura assai antica. Dall'unica fotografia che si ha dell'immondo (grazie Cotus), si capisce che la sua forma a uovo è del tutto anomala. Infatti a differenza di tutti gli altri columbidi, l'uovo di questa fetenzia semi-volante non si schiude. O meglio non si schiude per come voi pensate. In realtà il piccolo uovo cresce nel tempo e la bestia ci cresce dentro. Dopo circa un mese di covata, riesce a rompere il guscio dal di dentro e fa 5 buchi: uno per la testa e 4 per gli arti inferiori e superiori (forse Cotus può illustrarci le varie fasi del passaggio, da uovo a PMG adulto). E quando deve andare in bagno? Ecco il punto. Il punto di forza, l'arma letale, il motivo perchè nessuna creatura viva vorrebbe mai venire a contatto con questo rigurgito della natura. Il Piccione Mannaro Gasato non espelle feci, ma metabolizza tutto ciò che ingurgita e produce un pericolosissimo gas urticante ed esplosivo. n qw mnioqwo àè,90430. Scusate, ma ho così tanta paura che mi sono vomitato sulla tastiera. Dicevamo del gas comunque. Questo neurogas (famiglia dei gas nervini) che gli cresce dentro, fà dilatare l'uovo fino a raggiungere una circonferenza di circa 120 cm (nel maschio adulto) e all'età di circa 1 anno, la chiavica dei cieli (come viene anche chiamato dai villani) si alza da terra di circa 30 cm. I primi esemplari arrivati a questo punto si levavano da terra e morivano. Si perchè a questo punto non potevano più direzionarsi, e venivano lasciati in balia dai venti. Alcuni, i più fortunati, morivano di fame a mezz'aria. Altri andavano a schiantarsi, creando delle esplosioni di proporzioni enormi, distruggendo a volte interi villaggi. Ma poi (santo Darwin) la natura ha avuto la meglio (la meglio...insomma!) e hanno sviluppato due piccole ali rachitiche che gli consentono di muoversi con più libertà ma solo in parallelo al terreno, ossia non hanno la possibilità di effettuare un volo vero e proprio (gli mancano decollo e atterraggio). Il Piccione Mannaro Gasato, per il fatto di aver sofferto un'esistenza davvero dimmerda, è molto scontroso e violento: gli avventori che ci si imbattono lo sbeffeggiano, pensando di poter mettere ko questo figlio del terrore con un semplice colpo in testa. Ma chiunque ci abbia provato non lo può raccontare perchè la latrina volante, se colpito con un oggetto appuntito esplode distruggendo tutto ciò che ha intorno per decine di metri. E capirete da soli anche la fine che ha fatto quel furbone che ha pensato di darlo alle fiamme. In ultimo vi segnalo che è dotato di una valvola nascosta sotto il piumaggio, che apre volontariamente se messo alle strette, suicidandosi, e portando con lui nell'aldilà il suo aggressore.

Riepilogo scheda:
NOME: Piccione Mannaro Gasato (Columbus Mannarus Petus Teribbilis)
ARMA: emette gas nervino e, a volte, esplode
COME DIFENDERSI: darsela a gambe levate
DA NON FARE MAI: usare oggetti acuminati e/o fiamme libere


Scusate, ma adesso devo distruggere il mio PC. Avvertono quando si sta parlando di loro, e ti piombano in massa.
Sfbiubr6u7r uuiouioq -- 87rt62. Scusate, ho vomitato di nuovo.

Addio

Leon

mercoledì 25 febbraio 2009

ADDIO...


domenica 22 febbraio 2009

GNOCCA a secchiate...


Potrebbe sembrare ma vi assicuro che non è assolutamente una trovata commerciale...
Anche perchè, cerchiamo di essere seri: la gnocca tira. E tira pure forte. Ma la questione è altrove. Tutto quello che vi hanno raccontato sul fantasy, è pura fantasia (e fino a qui, niente di strano direte voi). La verità è che poi, certe cose, quasi non si possono dire, ma è proprio qui l'errore. E' proprio questo il trend che C&L vogliono invertire. Cerco di spiegarmi meglio così mi capite pure voi, che siete di legno. Prendiamo ad esempio un classico della narrativa fantasy, forse il libro fantasy per antonomasia: The Lord of the ring, il Signore degli anelli di J. R. R. Tolkien. Storia bellissima, bei personaggi, e bla bla bla. Ma secondo voi, è normale che il protagonista mette a repentaglio la sua vita così, per nulla? E non mi dite che avete creduto alla cazzata del senso di responsabilità, cose del tipo "si, io muoio, però gli altri vivono grazie a me. Da paura, eh?". Stronzate, amici. Perchè a voi non vi si fila nessuno. Non vi fanno attraversare quando siete sulle strisce pedonali, figuriamoci morire al posto vostro. E poi dico, ma volete mettere se Frodo, invece che da un mezz'uomo grasso e puzzolente, con delle parrucche sul collo del piede, fosse accompagnato da una gran bella gnocca, con le tette enormi e sempre disponibile? Il racconto prenderebbe tutt'altra piega. Lo leggereste a ritmi serrati nella speranza di arrivare a quel punto in cui la gnocca gli fa "Senti un pò Frodo, ma andiamo proprio di corsa di corsa, o puoi fermarti un attimo dietro quella fratta per darmi quattro colpi? Sai, io c'ho una voglia che se mi dici di no te, chiedo a Smigol". In più, la ormai famosa legge della pistola (quella per cui uomo basso...) avrebbe reso tutto molto più piccante. Adesso voi, esperti dell'ultimo minuto, starete pensando "Se fosse così, perchè quello si chiamava Pipino? Era hobbit anche lui, no?". Pipino invece sarebbe stato proprio il più dotato, come quel vostro amico grasso che chiamate "il secco", capito? Pipino nel suo giro lo chiamavano "il tre ciabatte". Ma certe cose il grande narratore non le poteva certo dire. Non vi avrebbe potuto dire che quello che il Grigio mago teneva sempre in mano, non era un bastone di legno. Ricordate che le magie le evocava sussurrando? Segno evidente che la verga lignea che avete letto nel libro e visto nel film è solo un posticcio. Non serviva. E allora ci si è detti: mostriamo a tutti la vera identità degli eroi fantasy. Diciamo come stanno veramente le cose: C&L non salveranno il mondo per voi, anzi. Non periranno di stenti per prolungare la vostra inutile esistenza, semmai non esitereanno a staccare per voi un biglietto anticipato di sola andata per l'aldilà, se questo gli varrà una bella serata in compagnia di una bella gnocca. La gnocca, quella che tira avanti il mondo, che sia reale o che sia inventato. E la gnocca sarà ciò che vi daremo. Anche se voi lettori uomini, la terza ciabatta la usate solo per schiacciare le zanzare d'estate. Certo, non pretendiamo di dirvelo come avrebbe fatto lui, che è stato, se non il migliore, uno dei migliori. Ma ve lo diremo a modo nostro, forti del fatto che la gnocca non ha lingua. Anche perchè se c'aveva pure quella, diventavano davvero cazzi amarissimi. Per il momento, prendete le misure con questa, che potrebbe essere la copertina di C&L albo I°, certi che sarà di vostro gradimento (maialini!).

A presto

Cotus & Leon

domenica 15 febbraio 2009

Beata gioventù...


Allora,

giusto due righe per dirvi una cosa importante.
Abbiamo deciso di lanciarci a faccia avanti in una nuova avventura.
Su coreingràpho tra qualche giorno (e se facciamo un buon lavoro) troverete delle "cose" di Cotus & Leon. Dico "cose" perchè potrebbero essere tavole, strisce, rigurgiti, o financo mutande in stato triste. Dice, ma se non lo sapete voi, chi lo sa? Dico, primo fatti i cazzi tuoi che campi a lungo, e poi dico coreingràpho secondo noi è un progetto palluto, in cui possiamo misurarci, confrontarci, copiare, parlare dietro, fare finti complimenti ad altri che come noi, ci parlano dietro e disegnano, scrivono, creano. Un grosso stimolo per fare cose nuove, e soprattutto senza filtro. Core non ha fini di lucro, ed è questo il bello: si fa ciò che ci piace (tranne frichifrichi con le pulzelle, ahimè). Sarà tutto inedito, e al fine di non cadere in tentazione, quel genio del male di Cotus ha tirato fuori dal cilindro C&L come non li avete mai visti. Ecco a voi, a colori (?) C&L da giovani: sempre cinici, sempre stupidi, sempre bellissimi (?) e creati solo per core. Non vi dico altro, se non che in questa veste li troverete solo lì e che forse per core vedrà la luce un altro dei nostri deliri, che a noi fa tanto ridere, ma la cui china ancora non ha copulato con la carta. Siamo contenti, creatività a strafottere, e tanta voglia di ridere. Grazie Makkox, palle quadrate. E complimenti per il tuo Deathwish che Cotus ha apprezzato parecchio...per la curva a destra ancora stiamo ridendo!


A presto

Leon

sabato 14 febbraio 2009

domenica 8 febbraio 2009

Cotus il Mago.


Eccomi qui.
Sincero e spontaneo come una tetta al silicone, per parlarvi come promesso e senza pressione alcuna, del mio amico Cotus. Anzi, più che un amico, un fratello. Anzi più che un fratello, un foruncolo perenne sulle chiappe della mia esistenza. Il personaggio merita tutta la vostra attenzione, anche perché, non vogliano gli Dei che un giorno si pari sul vostro cammino, siete fottuti di sicuro. E questo post non vi sarà di nessun aiuto al fine di evitare l’interruzione della vostra pressoché inutile esistenza, ma almeno saprete qualche cosina in più del vostro carnefice. Ma andiamo da lui, Cotus. Il suo nome resta un mistero svelato solo a pochi, ma al solo pronunciarlo tremano in molti. In realtà, anche se può apparire strano, Cotus e Leon sono fratelli. A questo punto, anche persone del vostro calibro potrebbero notare che tutto sommato la somiglianza, anche minima, che ci si aspetta tra fratelli, sembrerebbe non esserci. E magari, se siete tipi spiritosi e gioviali starete pensando “Mater semper certa est, pater nunquam...”. Bravi. Ma non vi fate sentire se volete arrivare a domani. Si perché Cotus, ha seguito in parte la stessa strada di Leon: ragazzo esuberante, quanto meno, e poco socievole. Ha sempre dimostrato un certo interesse per tutto ciò che ruota intorno al mondo della magia. Specialmente quella Oscura. E se vi trovate con un bimbo che a soli 5 anni evoca demoni mannari durante una festa di paese, che cosa fate? Lo portate a Virgol? (... quanto ci sarebbe da dire su questo personaggio. Ma qui è di Cotus che stiamo parlando…) Dicevamo, cosa fare con uno che usa incantesimi proibiti evocando malvagie e arcaiche creature alate per farsi portare a casa da scuola? Lo date in pasto ad un mago di dubbie capacità, rinnegato dall’Ordine per le troppe volte che ha strizzato l’occhio alla Magia Nera. Praticamente è come se aveste prurito alla schiena e chiamaste un Trollo di foresta per farvi dare una grattatina con la sua clava: sarebbe la vostra fine. Dice di essere cambiato Virgol, ma c’è da credergli? Sta di fatto che Cotus è cresciuto, ha imparato (anche troppo) e al momento è una mina vagante, che si aggira per il continente. Se solo sapeste cosa ha rubato al suo Maestro prima di partire, e se sapeste che cosa è contenuto in quell’oggetto, probabilmente tentereste il suicidio all’istante. Si perché, piuttosto che subire un anatema del Libro Nero lanciato da Cotus (e quindi, quasi sicuramente, errato…) un macigno legato alla caviglia con annesso tuffo nell’oceano, mi sembra un’alternativa più che ragionevole. Cotus ha gli stessi vizi di Leon: donne e birra, per cui evitate di mettervi tra lui e una bella donna o ancora peggio una buona birra. A questo punto, un ultimo suggerimento: se, saggiamente, alla fine di questo post pensate di non farcela, siete attraversati come è giusto che sia, da uno strafottuto brivido di paura, e optate per il macigno alla caviglia, avete tutto il mio sostegno. Ma mi raccomando, se il macigno che troverete ha una forma incredibilmente umana e parla, non vi spaventate: o siete davanti al Golem (che rappresenterebbe una scorciatoia per il vostro fine), o qualcuno meno fortunato di voi ha già incontrato (e fatto incazzare) Cotus.
Continuate a dormire agitati, ci sono tutti i motivi per farlo.
A presto
Leon

sabato 7 febbraio 2009

MALEDETTO FETENTE!

...SEI MORTO!